Notizie

  • Stampa

A chiusura dell'Anno Rotariano 2016-2017, desideriamo proporvi l'elenco di tutte le attività effettuate durante questo prolifico periodo. Per chi volesse averne il pdf, è possibile scaricare la tabella qui.

1. Attività per favorire l'affiatamento:

  • organizzato serate, anche culturali, con relazioni coinvolgenti e che hanno generato dibattito interno, cercando possibilmente nei temi trattati un filo conduttore  o un aggancio con i service in corso;
  • organizzato alcune gite brevi di svago e di cultura (visita al Vittoriale e alla mostra sull’impressionismo);
  • partecipato costantemente agli eventi distrettuali (Forum e Seminari, Assemblea e Congresso) discutendone i contenuti successivamente in una riunione di club;
  • organizzato un viaggio rotariano di svago, ma anche di conoscenza a Noto, nostro Club Gemello;
  • organizzato delle serate conviviali i cui argomenti sono stati ispirati da un filo conduttore coerente con il tema “comunicazione”, “affiatamento”, “informazione”;
  • favorito la partecipazione di ospiti alle serate per migliorare sia nella comunicazione sia nella crescita pur conservando un effettivo di qualità;
  • favorito una partecipazione il più possibile estesa dei  soci nelle attività di service del Club valorizzandone le professionalità (anche con la concessione di PHF);
  • favorito il mantenimento ma anche il miglioramento dell’effettivo.

2. Collaborazione con i Rotary Club delle Provincie di Treviso e Belluno:

 

  • service rivolto ai giovani studenti della scuola primaria appartenenti a famiglie disagiate con consegna di materiale didattico;
  • service rivolto ai giovani del Ryla Junior 2016 presso l’ex convento San Francesco di  Conegliano;
  • service rivolto ai giovani universitari Ryla 2017 Castelfranco;
  • service per la realizzazione di  un laboratorio farmaceutico galenico in Sierra Leone;
  • service sulla prima guerra mondiale;
  • service di aiuto a un giovane musicista con Lions di Vittorio Veneto;
  • service Festa dell’Amicizia;
  • service denominato “borse di lavoro”;
  • service denominato “vita down e giochi inclusivi”;
  • service del Governatore;
  • interclub con Conegliano, Treviso Piave, Opitergino Mottense, Belluno e Feltre.

3. Attività umanitarie e di servizio:

 

  • service di carattere umanitario e di servizio a favore di persone disagiate realizzato in compartecipazione con l’ANFFAS, il Comune di Vittorio Veneto e l’ULSS2;
  • service per l’alfabetizzazione rivolto ai ragazzi immigrati;
  • service a favore della scuola per l’infanzia “San Pio X”;
  • service per “l’orientamento in uscita” presso i licei di Conegliano e Vittorio Veneto;
  • service di partecipazione alle attività della Rotary Foundation con un contributo in denaro;
  • service con contributo a favore delle popolazioni del centro Italia colpite dal terremoto;
  • service Venice Marathon (con la presenza di un runner);
  • service“Rotary Campus” con Rotaract e Interact;
  • service denominato “borse di studio” per i giovani dei licei di Conegliano e Vittorio Veneto che si sono segnalati per le migliori prestazioni scolastiche nel penultimo anno di scuola media superiore;
  • service denominato “concorso a premi Meraviglie” con la scuola media “Cosmo” di Vittorio Veneto;
  • service denominato “avvio di start up innovative da parte di giovani” di concerto con FabLab nell’ambito del progetto Rocket Cube.

4. Azione giovani. Abbiamo lavorato considerando il Rotaract e l’Interact una risorsa  importante del Club contribuendo, non solo finanziariamente, a  mantenerli al  livello raggiunto e rafforzarli sul piano numerico. Sono state realizzate le seguenti iniziative:

 

  • potenziamento dell’organico promuovendo ogni iniziativa atta a far conoscere ed apprezzare il Rotaract e l’Interact;
  • supporto del Club Padrino agli eventi organizzati dal Rotaract e Interact e “discreta vigilanza”;
  • contributo economico del RC;     
  • collaborazione al bollettino di Club (rubrica Rotaract), e scambi con il bollettino Rotaract (articoli di rotariani);
  • implementazione dell’informatizzazione del Club;
  • partecipazione di un giovane candidato al RYLA  junior e di un altro al Ryla di Castelfranco;
  • partecipazione al Rotary day;
  • coinvolgimento del Rotaract nei progetti  e nella vita del Club.

5. Comunicazione. La comunicazione nelle sue varie forme è uno strumento fondamentale per il successo di ogni iniziativa.  In relazione agli  obiettivi le attività dell’annata sono state le seguenti:

 

  • comunicazione interna:si è rafforzato lo spirito di servizio e di appartenenza; si è cercato di migliorare la consapevolezza della necessità sociale e dunque dell’importanza dei propri service; si è reimpostato il notiziario di Club sia dal punto di vista dei contenuti che dell’editing; sono stati ristampati i pieghevoli e il libro del quarantennale;
  • comunicazione verso i giovani:sono state poste in essere modalità efficaci per entrare nel loro mondo e stimolarne l’interesse. I service del club sono stati presentati e offerti come strumenti utili per affrontare il proprio futuro;
  • comunicazione verso le istituzioni:sono state poste in essere modalità efficaci di  collaborazione con le istituzioni del territorio con un buon livello di integrazione offrendo servizi diversi e complementari;
  • comunicazione verso l’opinione pubblica: il Rotary è stato presentato, anche in occasione del Rotary Day, come un’associazione di servizio soprattutto per la società locale in cui i soci vivono, non con la presunzione di imporre un modello di comportamento, ma con il desiderio di veicolare un messaggio etico attraverso l’esempio e l’azione disinteressata; sono stati conferiti PHF a persone ritenute meritevoli della società civili; è stato riattivato il sito del Club utilizzando la piattaforma distrettuale con l’aggiornamento  della banca dati dall’a.r. 2010-2011 fino al 2016-2017.

Azioni e Dettaglio delle attività sviluppate nel corso dell’a.r. 2016-2017

Normal 0 14 false false false IT X-NONE X-NONE